28 luglio 2014

PAIN AU CHOCOLAT ALLO YOGURT

Mi rimetto a fare qualcosa o questa convalescenza forzata mi rincretinisce….
Mi ero illusa che dopo l'intervento al ginocchi sarebbero bastati pochi giorni, invece si sta facendo più lunga del previsto e le mie illusioni di poter per settembre riprendere tutte le mie "attività" di svago (zumba, camminatone, nuoto) sembrano un miraggio lontano!!!!
E cosa c’è di meglio se non iniziare con una gustosa colazione?



PAIN AU CHOCOLAT ALLO YOGURT

Vale a dire:
320 gr di farina 00 (proteine 10,2)
250 gr di farina W330
70 gr di zucchero
40 gr di miele
10 gr di lievito di birra fresco
150 gr di latte di soia
170 gr di yogurt fatto in casa
2 uova
4 gr di sale
20 gr di olio di semi
20 gr di burro bavarese
2 cucchiaini di estratto di vaniglia
cioccolato al latte o fondente

La ricetta è quella di del gruppo….
Nella planetaria mettere il latte di soia (la ricetta originale prevedeva l’acqua, ma avevo da finire il barattolo e ne ho approfittato!!!!), il lievito di birra, 1 cucchiaio di zucchero e 150 gr di farina presi entrambi dal totale. Lasciare riposare coperto con pellicola per 40-45 minuti.
Aggiungere metà della farina rimasta, lo yogurt ed il miele.
Continuare ad inserire la farina ed appena inizia ad incordare inserire un uovo, metà zucchero e farina finchè inizia ad incordare. Poi ripetere con il secondo uovo, il restante zucchero ed il sale e terminare la farina.
Lasciare incordare prima di inserire l’olio, il burro a pezzettini e l’estratto di vaniglia.
Impastare finchè il composto sarà bello liscio ed elastico.
Coprire con pellicola e mettere a lievitare fino al raddoppio.
Capovolgere sulla spianatoia sgonfiare leggermente (io ho diviso in due l’impasto), fare un giro di pieghe a libro, avvolgere nella pellicola e mettere a riposare in frigo per 40 minuti.
Togliere dal frigo, stendere col mattarello in un rettangolo e ricavare tanti rettangoli 12x6, mettere al centro un pezzo di cioccolato (fondente o al latte) ed arrotolare.
Mettere su carta forno a lievitare coperti con pellicola.
Preriscaldare il forno a 180°.
Quando i panini saranno lievitati, spennellarli con un goccio di latte.
Infornare per 30 minuti circa o fino a doratura.
P.s.: potevo mettere un po' più cioccolata, ma sono rimasta agli sgoccioli!!!!!
Prossimamente troverete anche la ricetta che ho fatto con la seconda parte dell’impasto…..

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



21 luglio 2014

WAFFEL SALATI PER IL CROSS COOKING

Sempre per il Cross Cooking (la competizione culinaria internazione organizzata dalla Parmigiano Reggiano che ha come tema la cucina internazionale), resto ancora in Francia un po’ per preferenza un po’ perché sono ancora stampellata e quindi non riesco molto a giostrarmi in cucina…
I waffel sono di origine belga e normalmente sono dolci.
Queste cialde sono super diffuse anche nella vicina Francia, tant’è che ero convinta che fossero originarie di quest’ultima.
Mi è stato fatto notare che sono diffusi anche in Germania, per cui mi sembra oneroso dirvelo!!!!
Io ho già provato precedentemente a proporli salati e visto il risultato ve li ripropongo…
Dovrete quindi accontentarvi anche voi di questi sandwich di waffel salati al parmigiano e zucchine




SANDWICH DI WAFFEL SALATI AL PARMIGIANO E ZUCCHINE

Vale a dire:
130 gr di yogurt naturale
130 gr di farina 00
1 uovo
120 gr di latte
30 gr di Parmigiano Reggiano
10 gr di lievito per torte salate
1 zucchina grattugiata a julienne
1 pizzico di sale

Per farcire:
insalata gentile – pomodori – mozzarella – prosciutto cotto

Preparare una pastella unendo lo yogurt col latte. Aggiungere la farina con il lievito ed sale ed amalgamare bene evitando che si formino grumi. Per finire inserire il Parmigiano e la zucchina grattugiata.
Lasciare riposare il composta una mezz’ora poi procedere a cuocere utilizzando l’apposita piastra e lasciando cuocere 5/6 minuti ogni waffel.
Io le ho servite farcendole con insalata gentile e pomodori del mio orto, fette di mozzarella e prosciutto cotto, ma potete farcirli come preferite!!!

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci


17 luglio 2014

CROQUE MONSIEUR PER IL CROSS COOKING

Oggi voliamo in Francia per partecipare al contest della Parmigiano Reggiano il Cross Cooking, la competizione culinaria internazione con tema la cucina internazionale…
Questo panino viene comunemente servito nei caffè e bar francesi e può avere alcune varianti dalla più comune con l’uso della besciamella alla variante con l'uovo il croque-madame. Può essere fritto nel burro o preparato come ho fatto io in forno.
E' di certo uno degli street-food francesi più diffuso.



CROQUE-MONSIEUR

Vale a dire per ogni persona:
2 fette di pane da toast
2 fette di prosciutto cotto
burro
1 sottiletta
15-20 gr di Parmigiano Reggiano grattugiato
un paio di cucchiai di latte - pepe

Spalmare le fette di pane con un po’ di burro. Appoggiare una fetta di prosciutto cotto, la sottiletta, l’altra fetta di cotto e chiudere con il pane.
Mescolare il latte con il parmigiano grattugiato ed un po’ di pepe (a piacere), fino ad ottenere una pastella che andrà stesa sul panino.
Forno preriscaldato a 200-210° infornare (io le appoggio direttamente sulle griglie aiutandomi con una paletta) per 10 minuti (i primi 8 statico, poi ventilato, così si colora il formaggio)

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



10 luglio 2014

SFOGLIATINE VELOCI PER TUTTI!!!!

Eccovi una ricetta davvero veloce per soddisfare le golosità di tutti in famiglia senza dover passare ore ai fornelli….






SFOGLIATINE CON CONFETTURA DI CILIEGIE E CANNELLA

Vale a dire:
1 rotolo di pasta sfoglia
confettura di ciliegie (nel mio caso fatta in casa)
cannella q.b.
1 uovo e zucchero di canna

Ricavare dalla pasta sfoglia con un coppa pasta dei cerchi. Su metà dei cerchi praticare dei tagli senza arrivare fino al bordo.
Sulla metà non tagliata mettere un cucchiaio abbondante di confettura (io ho  scelto quella di ciliegie, ma va bene quella che preferite) ed una spolverata di cannella. Chiudere con i cerchi dove avete praticato i tagli.
Spennellare con l’uovo sbattuto e spolverare con lo zucchero di canna ed infornare in forno preriscaldato a 210° fino a doratura.
Avviso: una tira l’altra!!!!

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



05 luglio 2014

ETON MESS ALLE FRAGOLE

Questo dolce di origini anglosassoni mi è stato fatto conoscere da un mio ex collega di Bologna, non l’avevo mai provato fino a qualche giorno fa… grande errore!!! È stata davvero una positiva scoperta, comodo in caso di ospiti inaspettati, o di voglie inattesa di dolcezza!!!!
Sì tutti gli ingredienti si posso tranquillamente avere sempre pronti in casa…
In questo periodo con le stampelle sinceramente non è molto facile cucinare....ma non posso resistere troppo lontana dalla cucina....




ETON MESS ALLE FRAGOLE

Vale a dire per 3 persone:
10-12 fragole
succo di mezzo lime
1 cucchiaio di zucchero semolato
500 gr di panna fresca da montare non zuccherata
2 cucchiai colmi di zucchero a velo
meringhe q.b.
foglie di menta

Lavare le fragole e metterne metà a pezzettoni in una padella con lo zucchero semolato ed il succo del lime e far cuocere finchè le fragole inizieranno a sfaldarsi.
Frullare col minipimer fino ad ottenere una coulis e lasciare raffreddare. Tagliare ancora qualche fragola a pezzettoni ed unirle alla coulis, così si sentiranno i pezzi.
Montare la panna con lo zucchero a velo ed ora si può iniziare ad incoppare.
Versare un po’ di coulis sul fondo del bicchiere, versare un po’ di panna e qualche meringa sbriciolata grossolanamente, ancora coulis, panna e meringa. Terminare con qualche foglia di menta fresca.


Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...