17 dicembre 2014

VERMICELLI DI SOIA

Scusate l'assenza, ma l'influenza sto anno non mi vuole mollare....
Per fortuna che mi tengo sempre qualche ricettina di "scorta" per ogni evenienza...
Un abbracciotto infreddolito....



VERMICELLI DI SOIA CON VERDURE E LAMELLE DI MANDORLE

Vale a dire:
per 3 persone
1 confezione di vermicelli di soia
verdure a piacere (nel mio caso, zucchine, carote, peperoni, finocchi)
gomasio q.b.
lamelle di mandorla
olio di soia (o di semi)

Pulire le verdure, tagliarle molto sottilmente e metterle a saltare con un goccio d’olio di soia (o olio di semi) con un po’ di gomasio per insaporire. Le verdure dovranno restare comunque compatte non stracotte.
In un’altra padella tostare le lamelle di mandorle.
Cuocere i vermicelli di soia come indicato nella confezione, scolarli e passarli direttamente nelle verdure. Aggiungere le lamelle di mandorle e servire subito…

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



12 dicembre 2014

ED ANCHE PER QUESTO NATALE IL PANDORO

L’anno scorso avevo postato solo le foto riportandovi per la ricetta direttamente all’autore, quest’anno vi segno la ricetta con alcune modifiche che ho fatto…
È un impasto che richiede tempo e attenzione…
dai è ora di metterci all’opera…



PANDORO

Vale a dire per il poolish da preparare la sera prima:
150 gr di acqua
75 gr di farina W400
6 gr di lievito di birra fresco
raschiatura di mezza stecca di vaniglia

Mescolare tutti gli ingredienti in una ciotola, coprire con pellicola e riporre in frigo per 12 ore.

Per la biga da preparare il mattino successivo:
10 gr di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di miele d’acacia
40 gr di acqua
80 gr di farina W400
1 tuorlo

Dopo aver tirato fuori dal frigo il poolish iniziare a preparare la biga mescolando il lievito ed il miele nell’acqua. Aggiungere la farina ed il tuorlo, mescolare, coprire con pellicola e lasciare raddoppiare per 1 ora.

Per il primo impasto:
150 gr di farina W400
2 tuorli
70 gr di zucchero a velo
80 gr di burro bavarese

Nella planetaria mescolare prima di tutto i due impasti precedenti (poolish e biga), aggiungere la farina (tranne 2 cucchiai) ed impastare con la foglia fino ad incordare.
Inserire 1 tuorlo metà dello zucchero ed un cucchiaio di farina, lasciamo incordare e ripetiamo con il secondo tuorlo, il resto dello zucchero e la farina.
Incordare.
Togliere la foglia e montare il gancio. Riportare l’impasto ad incordatura ed inserire 80 gr di burro un fiocco alla volta.
Incordare bene, coprire con pellicola e lasciare raddoppiare a 26° (1-1,5 ore)

Per l’emulsione:
100 gr di burro bavarese
50 gr di panna fresca (35% di grassi)
83 gr di cioccolato bianco
raschiatura di mezza stecca di vaniglia

Preparare l’emulsione mentre l’impasto raddoppia, così avrà il tempo di raffreddarsi.
Mettere a bagnomaria il burro con il cioccolato bianco tritato, la panna e la vaniglia. Mescolare bene fino ad ottenere una crema.

Per il secondo impasto:
tutto il primo impasto
100 gr di panna fresca (35% di grassi)
330 gr di farina W400
190 gr di zucchero a velo
80 gr di burro bavarese
1 uovo intero
3 tuorli (tutti i tuorli vanno tenuti in frigo)
9 gr di sale
1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Nella ciotola della planetaria insieme al primo impasto aggiungere la panna, 1 albume, 220 gr di farina ed azionare la planetaria con la foglia ribaltando un paio di volte fino ad incordare l’impasto.
Inserire 1 tuorlo con il sale ed un po’ della farina rimasta, poi proseguire con gli altri tuorli seguiti ogni volta da zucchero e farina aspettando che incordi ogni volta prima di proseguire con gli altri tuorli.
Incordare bene prima di inserire l’emulsione da inserire un cucchiaio alla volta, facendo sempre attenzione a non perdere l’incordatura.
Togliere la foglia e montare il gancio per poter inserire il burro un fiocco alla volta.
Inserire per ultimo l’estratto di vaniglia ed incordare bene l’impasto.
Coprire e lasciare riposare 30 minuti.
Fare le pieghe del tipo 2 e dopo 15 minuti dividere in due l’impasto, avvolgere stretto e mettere negli stampi imburrati.
Coprire con pellicola e lasciare che l’impasto arrivi a raggiungere il bordo (è pronto da infornare quando la calotta esce leggermente dallo stampo).
Forno preriscaldato 180-190° per 8 minuti, poi abbassare la temperatura a 175° per circa 30 minuti (temperatura al cuore 93°)
Dopo 15 minuti inclinare gli stampi, fare leggermente fuoriuscire il pandoro, ogni 10 minuti roteare leggermente lo stampo fino a completo raffreddamento.
Estrarre dallo stampo e lasciare raffreddare su una griglia, mettere in un sacchetto per alimenti e prima di servire spolverare abbondantemente con zucchero a velo.


Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



9 dicembre 2014

SFOGLIATA CON PERE, PANCETTA AL PEPE E CAMEMBERT

Molliano solo per un attimo le preparazioni natalizie ed accontentiamoci di
una veloce torta salata da usare come antipasto o salva cena!!!


SFOGLIATA CON PERE, PANCETTA AL PEPE E CAMEMBERT

Vale a dire:
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
1 noce di burro
formaggio Camembert q.b.
1 pera
pancetta al pepe q.b.
1 uovo sbattuto

Srotolare la pasta sfoglia e tagliarla a metà per la parte della lunghezza. Spennellare con il burro fuso una metà e coprire con l’altra metà.
Foderare con la pasta sfoglia uno stampo da crostata rettangolare (lasciando sotto la sua carta forno) e farcire prima con uno strato di pancetta, poi uno di formaggio, poi le pere tagliate a fettine.
Tra ogni fettina di pera mettere un fiocchetto di formaggio ed un pezzetto di pancetta.
Spennellare il bordo della sfoglia con l’uovo sbattuto ed infornare in forno già caldo a 210° fino a totale doratura.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



7 dicembre 2014

PANGOCCIOLOSO

Questo lievitato l'avevo già preparato l'anno scorso ed era stato molto gradito...
Lo ripresento con l'aggiunta del cioccolato (ecco perchè gli ho cambiato il nome, così lo riconosco!!)...
Un vero successo!!!




PANGOCCIOLOSO

Vale a dire:
280 gr di farina W400
80 gr di latte di soia
90 gr di zucchero
110 gr di burro bavarese
3 uova intere (180 gr)
8 gr di lievito di birra
5 gr di sale
3 gocce di estratto naturale d’arancio
2 cucchiai di Orange Stock
1 cucchiaino di miele d’acacia
60 gr di cioccolato spezzato grossolanamente
1 albume + nocciole + granella di zucchero + zucchero a velo

Se iniziate al mattino la sera sfornerete un bel dolcetto natalizio.
Mescolare il latte tiepido con il lievito, il miele e 70 gr di farina, coprire con la pellicola e lasciare riposare 40 minuti.
Unire gli albumi, il resto della farina (tenendone da parte 3 cucchiai che inserirete con i tuorli) e mescolare con la foglia a bassa velocità, aggiungere il liquore ed aumentare la velocità aspettando che il composto incordi.
In un bicchiere mettere sotto il sale e sopra lo zucchero.
Abbassare un po’ la velocità ed inserire un tuorlo alla volta con un po’ di zucchero e dopo pochi istanti un cucchiaio di farina.
Lasciare incordare, inserire l’altro tuorlo con un altro po’ di zucchero ed un altro cucchiaio di farina e terminare con tuorlo, zucchero/sale e la restante farina.
Lasciare incordare ed aggiungere il burro a fiocchetti aspettando che sia inglobato prima di continuare il fiocco successivo.
Per ultime mettere le gocce di estratto di arancio.
Togliere la foglia e mettere il gancio per poter inserire nell’impasto il cioccolato spezzettato grossolanamente. Azionare la macchina per alcuni secondi, ribaltare l’impasto e ripetere l’operazione altre 2-3 volte.
Mettere l’impasto in una boule, coprire con pellicola e lasciare a temperatura ambiente per 50 minuti, poi mettere in frigo per 6-8 ore nella parte bassa del frigo.
Togliere dal frigo e lasciare a t.a. per 1 oretta, rovesciare sulla spianatoia leggermente infarinata e fare le pieghe del tipo 2 fino ad ottenere una palla che trasferirete con la chiusura in un pirottino da panettone basso da 750 gr.
Coprire con la pellicola e lasciare lievitare a t.a. finchè l’impasto non arriva a 1 dito dal bordo del pirottino (dalle 3 alle 5 ore, ma il tempo è indicativo).
Prima di infornare sbattere leggermente l’albume e spennellarlo sopra al pandorlato, zucchero in granella, qualche nocciola e bella abbondante spolverata di zucchero a velo.
Forno preriscaldato nel mio caso 180° per 40 mins (temperatura interna al pandorlato 93°!!!!)

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



4 dicembre 2014

AD OGNUNO IL SUO...TIRAMISU'

Vi ripropongo il mio tiramisù, questa volta monoporzione….
Questo continuo piovere mi fa venir voglia di chiudermi in casa ed autococcolarmi con qualcosa di dolce...



TIRAMISU’ MONOPORZIONE

Vale a dire:
500 gr di mascarpone
125 gr di zucchero a velo
3 uova intere + 1 tuorlo (medie)
un goccio di Marsala (facoltativo)
3 caffè con l’aggiunta di 1 tazzina d’acqua
biscotti savoiardi
cacao amaro

Sbattere con una frusta elettrica in una terrina le uova con lo zucchero a velo per 8-10 mins (io l’ho fatto fare a mio marito perché avevo altre cose da preparare!!!!).
Aggiungere il mascarpone e mescolare per alcuni minuti con la frusta elettrica (non esagerare perché poi diventa burro!!!!). continuare a mescolare con una leccarda inserendo il Marsala.
Nel caffè diluito con l’acqua passare leggermente un savoiardo alla volta solo su un lato ed appoggiare nella terrina da portata tenendo la parte bagnata nel caffè verso l’alto. Quando avrete coperto tutta la base coprire con uno strato di crema di mascarpone. Fare un altro strato di biscotti imbevuti e terminare con uno strato di crema di mascarpone. Riporre in frigo per almeno 3-4 ore e prima di servire spolverare con cacao amaro.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...