31 ottobre 2014

ANCORA NO-KNEAD ALLA ZUCCA

Ormai sono posseduta da questa tecnica, veloce e versatile!!!
Per questa volta ho usato quella che per me è la regina di questa stagione la zucca...
Anch'essa versatile, mi ha dato un bellissimo risultato.
L'avevo già provata con il pane con le gocce di cioccolato, ma qui proprio la soddisfazione è stata grande...
E con questo pane vi auguro buon week end




PANE SENZA IMPASTO ALLA ZUCCA

Vale a dire:
500 gr di farina Manitoba 0 (proteine 13,5)
350 gr di acqua tiepida
10 gr di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di zucchero
15 gr di sale
250 gr di polpa di zucca cotta al forno e frullata
50 gr di semi di zucca Molino Rossetto

In una ciotola capiente mettere l’acqua e far sciogliere bene il lievito. Aggiungere la farina, il sale e la polpa di zucca frullata.
Coprire con pellicola e mettere a lievitare per 3-4 ore a circa 23° (se è il caso uso il forno con la lampadina accesa).
Spolverare abbondantemente la spianatoia e versare il composto. Fare le pieghe (qui nei vari blog c’è chi fa le pieghe di tipo 1, chi di tipo 2 e chi le pieghe a fazzoletto) io ho fatto le pieghe tipo 1, cioè portando il lato destro dell’impasto verso il centro, poi sovrapponendo il lato sinistro. Delicatamente ho schiacciato l’impasto ed ho ripetuto le pieghe.
Abbondantemente infarinare un canovaccio lavato ad acqua e mettere l’impasto tenendo le pieghe sotto. Chiudere pene il canovaccio e lasciare lievitare 1,5 ore.
Dopo 1 ora accendere il forno e mettere dentro anche il tegame in ghisa (Ikea nel mio caso) alla massima temperatura.
Usando mille precauzioni perché il tegame è davvero ustionante, dopo una mezz’ora prenderlo fuori dal forno, scoperchiare e delicatamente mettere la pagnotta dentro tenendo le pieghe verso l’alto. Chiudere e rimettere in forno per 30 minuti.
Togliere il coperchio e fare andare ancora per 20-25 minuti o comunque finchè si vedrà che è ben cotto (anche infilando uno stecchino si può vedere se è pronto).
Lasciare raffreddare mettendo la pagnotta in verticale.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



29 ottobre 2014

BRUSCHETTA COL FRIGGIONE

Qualcuno di voi conosce il friggione?
Beh io lo adoro…mia mamma lo fa buonissimo anche se non riesce ancora ad arrivare all’altezza di quello che faceva mia nonna. Me la ricordo affacciata alla finestra con in mano la padella con dentro questa delizia dalle origini davvero povere, ma dal gusto inconfondibile!!!
Ottimo con la carne, ma di certo la sua morte è col pane….
Avviso: se piace crea dipendenza!!!!



BRUSCHETTA COL FRIGGIONE

Vale a dire:
pane casareccio
pomodori q.b.
1 kg di cipolle
sale – pepe -olio

Tagliare le cipolle e fettine e mettere a cuocere con un goccio d’acqua. Intanto tagliare i pomodori a fettine sottili e metterli a perdere un po’ della loro acqua.
Quando le cipolle si saranno ammorbidite aggiungere i pomodori. Regolare di sale e pepe.
Lasciare cuocere finchè non sarà evaporata tutta l’acqua (circa 3-4 ore…più cuoce più è buono!!!!)
A fine cottura aggiungere un filo d’olio.
Servire su una bella fetta di pane!!!!

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



27 ottobre 2014

SACCOTTINI PROSCIUTTO E FORMAGGIO

Altra ricetta sfogliata, ma salata questa volta…
Mi deve aver preso il trip delle pieghe!!!!
Sono ideali per la colazione e/o per la merenda dei bambini, ma ottimi anche per un pranzo fugace al posto del solito panino....





SACCOTTINI PROSCIUTTO E FORMAGGIO

Vale a dire:
500 gr di farina manitoba (proteine 13,5)
15 gr di lievito di birra fresco
2 uova
60 gr di burro o strutto
15 gr di zucchero
20 gr di sale
180 gr di latte di soia
250 gr di burro bavarese per sfogliare

Per il ripieno:
prosciutto cotto
formaggio Galbanino
uovo + latte e semi di sesamo

Sciogliere il lievito di birra nel latte di soia a temperatura ambiente con lo zucchero.
Inserire la farina le uova ed il sale ed impastare (io con l’impastatrice). Per ultimo inserire lo strutto un fiocco alla volta.
Ribaltando l’impasto un paio di volte finchè non otterrete un bel panetto liscio ed omogeneo.
Dividere l’impasto in due e dare la forma di mattonella rettangolare (20x12 circa) che metterete in sacchetti e riporrete in frigo per 20-30 minuti.
Aiutandosi con carta forno stendere il burro bavarese (che divido in due parti) in un rettangolo 20x12 circa e metterli in frigo 20 minuti.
Stendere ogni impasto in un rettangolo 40/45x20/22 (io vado molto ad occhio), mettere nella parte inferiore del rettangolo il panetto di burro steso. Piegare la parte superiore sino a metà del panetto di burro (circa 2/3 del rettangolo), poi sovrapporre la parte inferiore fino a formare un altro rettangolo che rimetterete nella pellicola e nuovamente in frigo per 20 minuti.
Togliere dal frigo stendere nuovamente in un rettangolo e ripetere le pieghe per altre 3 volte mettendo sempre il panetto in frigo a riposare per 20 minuti.
Stendere la pasta a rettangolo fino ad ottenere un rettangolo dello spessore di 7 mm e ricavare dei rettangoli 7x11 (circa!!!!).
Tagliare dal galbanino delle fette spesse 1 cm ed avvolgerci un po’ di prosciutto cotto. Appoggiare su un lato corto dei rettangoli ricavati ed avvolgerli.
Metterli con la chiusura verso il basso su una teglia foderata con carta forno. Coprire con pellicola e lasciare lievitare fino al raddoppio.
Preriscaldare il forno a 180°-190° e prima di infornare spennellare con uovo sbattuto con un goccio di latte e spolverare con semi di sesamo.
Infornare per 20 minuti o fino a doratura della superficie.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci




24 ottobre 2014

LA BRIOCHE DI PHILIPPE CONTICINI

Volevo impastare e sfogliare, ma non avevo voglia dei soliti croissant.
Così ho girato e rigirato ed ho deciso di provare questa versione, ovviamente riadattata con quello che avevo in casa!!!
E a tutti buon week end!!!





BRIOCHE SFOGLIATA DI PHILIPPE CONTICINI

Vale a dire:
250 gr di farina 0 (proteine 13,5)
250 gr farina 00
50 gr di farina di riso
12 gr di lievito di birra fresco
2 uova + 1 albume (per non sprecarlo)
230 di panna fresca temperatura ambiente
1 pizzico di sale
2 cucchiaini di estratto di vaniglia
250 gr di burro bavarese per sfogliare
zucchero in granella
1 tuorlo per spennellare e zucchero a velo

Sciogliere il lievito di birra nella panna direttamente nella planetaria.
Mescolare le farine ed inserirle nella panna tenendo da parte 4-5 cucchiai.
Inserire 1 uovo con 1/3 dello zucchero ed un po’ della farina tenuta da parte. Quando si sarà ben amalgamata inserire il secondo uovo, un altro po’ di zucchero ed ancora farina. Ribaltare l’impasto, così si mescolerà meglio, poi continuare inserendo l’albume, il restante zucchero, il sale e terminare la farina.
Continuare ad impastare inserendo lentamente l’estratto di vaniglia e lasciare andare finchè il composto non si staccherà dalle pareti incordandosi alla foglia.
Io divido l’impasto in due parti perché vado meglio a fare le pieghe, ma si può lavorare tutto in una volta.
Sulla spianatoia leggermente infarinata versare il composto dividere in due parti uguali e fare un paio di pieghe a fazzoletto.
Dare la forma di rettangolo e porre ogni panetto avvolto nella pellicola e mettere in frigo per 30 minuti circa.
Divide in due parti anche il panetto di burro e come insegna lei schiacciare ogni panetto tra due fogli di carta forno ben infarinati e mettere in freezer per 10 minuti(di solito lo faccio prima di impastare e così metto in frigo, ma sta volta mi ero dimenticata e così ho messo in freezer).
Tirare fuori l’impasto posizionare sulla spianatoia leggermente infarinata e ricavare con mattarello (ora uso quello Ikea di marmo) un rettangolo 30x18 circa (io vado ad occhio) e posizionare il rettangolo di burro ben spolverato dalla farina nella parte più bassa del rettangolo lasciando libero 1 cm ai lati e nella parte bassa.
Portare la parte alta del rettangolo sopra al burro e poi il terzo inferiore sopra ottenendo un rettangolo che andrà posto nuovamente in frigo per 20 minuti.
Ovviamente questa operazione va fatta con tutti e due i panetti. Bisognerà effettuare queste pieghe per 3 volte con riposo in frigo di 20 minuti tra una piega e l’altra.
Per motivi organizzativi dopo l’ultima piega dovevo uscire, per cui l’ho messo in freezer per circa 1 ora, poi ho preso i panetti fuori dal freezer e nel tempo che mi facevo una doccia quando sono scesa li ho stesi ed usati.
Dopo averli ben stesi ho sparso sopra dello zucchero in grani, arrotolare stretto e mettere in freezer per 20 minuti.
Tagliare delle rotelle di 3 cm (la prossima volta provo coi 4 cm come da ricetta originale) e mettere leggermente distanziati su una teglia foderata con carta forno. E lasciare lievitare.
Preriscaldare il forno a 180°. Prima di infornare io ho spennellato con un po’ d’uovo ed una spolverata di zucchero a velo.
Cuocere per 30 minuti circa.
Lasciare raffreddare su una griglia e spolverare con zucchero a velo prima di servire.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



23 ottobre 2014

VERRINES DI MASCARPONE, NUTELLA CON CREMA DI WHISKY

Un’altra delle mie ricette last minut, preparata come al solito con quello che avevo in casa!!!
Ovviamente con la crema di whisky è solo per adulti, basterà non metterla per darla ai bambini.



VERRINES DI MASCARPONE, NUTELLA
CON CREMA DI WHISKY

Vale a dire:
250 gr di mascarpone
1 uovo intero + 1 tuorlo
2 cucchiai di nutella
amaretti e meringhe per guarnire
liquore alla crema di whisky
scaglie di cioccolato fondente

Montare le uova con le fruste per almeno 5-10 minuti fino ad ottenere un composto spumoso e biancastro.
Aggiungere il mascarpone e la nutella e mescolare all’inizio con le fruste poi continuare con una spatola.
Iniziare a preparare le coppe mettendo sulla base degli amaretti sbriciolati, coprire con la crema al whisky, coprire con un po’ di crema di mascarpone e nutella, altri amaretti sbriciolati, altro strato di crema e terminare con amaretti sbriciolati, meringhe sbriciolate e cioccolato fondente a scaglie.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...