23 gennaio 2015

CALIMERO E' DIVENTATO PER UN GIORNO UN CIGNO....

Il 12 gennaio era il mio compleanno…
Sono sincera non mi pesano neanche tanto, forse perchè penso d'avere uno spirito che non segue la carta d'identità!!!!
Quest’anno per la prima volta posso dire d’averlo festeggiato davvero alla grande…
In questa torta un po’ mi sono rispecchiata...
il Calimero della situazione che per un giorno si è sentita un cigno…
una semplice torta al cioccolato (Calimero) che si è trasformata per quanche ora nella mia torta di compleanno, con scintillii, contrasti di colore ed il sorriso degli amici...





TORTA AL CIOCCOLATO
PER IL MIO COMPLEANNO

Vale a dire per la base al cioccolato:
250 gr di farina 00
100 gr di fecola
230 gr di zucchero
100 gr di burro
100 gr di cacao amaro
½ litro di latte
1 bustina di lievito per dolci da 15 gr
scorza d’arancia
1 pizzico di sale

per farcire:
250 gr di mascarpone
1 rosso d’uovo
1 uovo intero
2 cucchiai di zucchero a velo
frutti rossi (fragole, mirtilli, lamponi e se li trovate anche ribes)

per la ganache al cioccolato
200 gr di cioccolato fondente
100 gr di panna liquida
zucchero a velo

Preparare la torta al cioccolato mescolando la farina, la fecola, lo zucchero, il cacao, il sale ed il lievito.
Aggiungere il burro ammorbidito a temperatura ambiente ed a fino inserire il latte freddo stemperando bene.
Versare il composto in una teglia da forno e cuocere in forno preriscaldato 180° per 30-40 minuti (vale la prova stecchino).
Lasciare raffreddare su una griglia.
Preparare la crema al mascarpone montando con una frusta elettrica le uova con lo zucchero a velo, aggiungere il mascarpone.
Mettere a riposare in frigo.
In un tegame a bagnomaria mettere la panna e appena calda (non deve bollire) aggiungere il cioccolato fondente a pezzettoni. Mescolare fino ad ottenere una crema omogenea.
Ora si può procedere montando montando il dolce.
Con un coltello ben affilato tagliare a metà la torta farcirla con la crema al mascarpone e sistemarci sopra una parte dei frutti rossi. Coprire con l’altra parte della torta, versarci sopra la ganache di cioccolato e farcire coi frutti avanzati.
Spolverare con zucchero a velo….e tanti auguri Mila!!!!

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



21 gennaio 2015

COCKTAIL DI GABERONI DAL SAPORE UN PO' CARAIBICO

Penso che non serva una grande presentazione per questo cocktail di gamberi, avevo voglia di qualcosa di fresco e di diverso da presentare ai miei ospiti come antipasto…e ne è uscito questo

COCKTAIL DI GAMBERI CON FRUTTA FRESCA

Vale a dire:
500 – 600 gr di code di gamberoni
½ ananas fresco
½ melograno
2 lime
1 arancia
1 falda di peperone rosso
1 falda di peperone giallo
1 finocchio
1 bicchierino di rum (io Pampero)
1 spicchio d’aglio
olio EVO – sale – pepe
rucola q.b.

Sbucciare e pulire le code di gamberone togliendo anche il budello.
Mettere a soffriggere l’aglio con un goccio d’olio, aggiungere poi i gamberoni e lasciarli rosolare un paio di minuti girandoli spesso, poi aggiungere il succo di 1 lime ed il rum e continuare fino a totale cottura. Spegnere il fuoco e lasciare raffreddare i gamberoni nel sughetto così si insaporiranno.
Intanto pulire l’ananas e tagliarlo a cubetti, sgranare il melograno e pelare a vivo l'arancia, ricavare gli spicchi e mettere tutti i frutti assieme.
In una terrina mettere la rucola con le falde dei peperoni tagliate a julienne ed il finocchio affettato sottile e condire con sale pepe, succo di lime e olio. Unire all’insalata la frutta, mescolare bene e per ultimo le code di gamberoni ben sgocciolate.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



19 gennaio 2015

BRIOCHES DI ZUCCA ALL'ANICIONE

Si riparte....sì...è di nuovo lunedì!!!
Per cui cerchiamo di aprire la giornata con una buona colazione...fuori è anche spuntato il sole dopo un week end allinsegna della nebbia più nebbia!! 
Avevo già anticipato che avrei riprovato a fare questi dolcetti con la zucca, e ve li propongo abbinati all'anicione (girano sul web)...



BRIOCHE DI ZUCCA ALL’ANICIONE

Vale a dire:
450 gr di farina 0 (Premier Despar)
60 gr di zucchero semolato
95 gr di latte di soia
2 uova grandi
60 gr di burro bavarese
100 gr di purea di zucca*
10 gr di lievito di birra fresco
4 gr di sale
1 cucchiaino abbondante di estratto di vaniglia

per guarnire:
latte
5 cucchiai di zucchero semolato
liquore all’anice q.b. (Anicione nel mio caso)

*la purea di zucca io l’ho ottenuta cuocendo la zucca a pezzettoni in forno avvolta nell’alluminio a 180° per 30-40 minuti, dipende dalle dimensioni dei pezzi di zucca (basta sentirla con una forchetta). Poi passata col mixer.
Sciogliere il lievito di birra nel latte a temperatura ambiente direttamente nell’impastatrice con la foglia.
Dopo alcuni minuti iniziare a versare la purea di zucca e  la farina tenendone da parte 2 cucchiai.
Inserire 1 uovo seguito da metà zucchero e da un cucchiaio di farina.
Lasciare assorbire bene prima di procedere con l’altro uovo, il resto dello zucchero, il sale ed il resto della farina.
Ribaltare l’impasto prima di iniziare ad inserire il burro bavarese leggermente spatolato un fiocco alla volta aspettando sempre che venga assorbito (io a metà del burro ho capovolto l’impasto).
Per finire inserire l’estratto di vaniglia una goccia alla volta.
Togliere la foglia e lasciare andare la macchina 3-4 minuti con il gancio finché l’impasto sarà diventato liscio ed omogeneo, sarà avvolto al gancio e lascerà le pareti pulite.
Mettere l’impasto sulla spianatoia leggermente infarinata, fare un paio di pieghe a libro chiudendo a palla l’impasto e metterlo a riposare fino al raddoppio in una boule leggermente unta.
Sgonfiare l’impasto e ricavarne delle palline da 60 gr circa che metterete a lievitare in una teglia precedentemente coperta da carta forno.
Coprire con pellicola e lasciare lievitare.
Preriscaldare il forno a 190°.
Prima di infornare mescolare i 5 cucchiai di zucchero con un po’ di liquore. Praticare sulle brioche un taglio con l’aiuto di una lametta (o di un coltello molto affilato), spennellare con un po’ di latte e mettere un po’ dello zucchero imbevuto di liquore all’anice.
Infornare a 190° per 15 minuti o finché non saranno belle dorate.
Mettere a raffreddare su una griglia.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



15 gennaio 2015

MARMELLATA DI AGRUMI DENTRO AI MIEI BISCOTTI

Mettiamoci all'opera e prepariamo qualche marmellatina di stagione...
Eccovi un mix di agrumi di Sicilia: cedro, arance e mandarini.


BISCOTTI FARCITI AGLI AGRUMI

Vale a dire per la marmellata di agrumi misti:
800 gr mix di cedro, mandarini, arance (solo la parte edibile senza bucce)
800 gr di zucchero
le bucce degli agrumi lavate e tagliate a julienne (non le ho pesate!!!)

per i biscotti:
500 gr di farina 00
250 gr di burro
200 gr di zucchero a velo
4 tuorli
1 bacca di vaniglia

Per preparare la marmellata bisogna togliere bene tutte le bucce (delle arance e dei mandarini bisogna eliminare bene la parte bianca della buccia, per cui consiglio di pelarli con un pelapatate o un coltellino ben affilato), tagliare a julienne e mettere in un tegame con dell’acqua finchè non bolle, scolarle e ripetere l’operazione altre due volte. Questo serve per togliere l’amaro dalle bucce.
Tagliare invece i frutti a pezzettoni pesarli e mettere uguale peso di zucchero. In un tegame capiente mettere i frutti, lo zucchero e le bucce dopo averli scolati per la terza volta.
Cuocere e calcolare circa 1 ora dal momento che inizia a sobbollire.
Con un mixer ad immersione frullare il tutto e lasciare sul fuoco mentre invasate in vasi ben puliti e per farli andare sottovuoto basterà metterli a testa in giù.
Invece per preparare i biscotti basterà preparare l’impasto della frolla mescolando la farina col burro, lo zucchero ed i semi della bacca di vaniglia. Aggiungere i tuorli fino ad ottenere un impasto omogeneo. Mettere  a riposare avvolto nella pellicola per almeno 30 minuti.
Stendere col mattarello e ricavare i biscotti che preferite. Cuocere in forno a 170° fino a doratura.
Lasciare raffreddare prima di farcirli con la marmellata e spolverare con zucchero a velo.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



13 gennaio 2015

CROSTATA RICOTTA E AMARETTI

 Era ora che postassi anche questa crostatina, un dolcetto semplice che ogni tanto sforno, ma che non avevo mai pubblicato...


CROSTATA RICOTTA E AMARETTI

Vale a dire:
frolla al cacao vedi qui

per il ripieno
250 gr di ricotta
80 gr di mandorle frullate 
2 cucchiai di zucchero 
1 uovo
1 bicchierino di liquore all'Amaretto
amaretti q.b.
zucchero a velo per spolverare


Ho steso la frolla e sopra ci ho sbriciolato una decina di amaretti come base. E mentre il forno andava in temperatura ho preparato il ripieno. Nella ricotta ho aggiunto lo zucchero, ho sbattuto per circa 8 minuti l'uovo (finchè non è diventato bello spumoso) poi l'ho aggiunto alla ricotta insieme al liquore. Per ultimo ho messo le mandorle frullate facendo attenzione che si smontassi il minimo indispensabile il composto. Ho riempito la frolla col composto e sopra ho decorato con altri amaretti.
Immagino che per la cottura con un forno a 180° per circa 45 minuti sia sufficiente....io non avevo voglia di accendere anche il forno elettrico e l'ho cotta nel forno di Grisù (la mia termocucina)....
Una bella spolverata di zucchero a velo e servita con una pallina di gelati alla vaniglia....

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...