24 aprile 2014

HOT-CROSS BUNS PER UN NUOVO RE-CAKE

Questo mese per il Re-cake di aprile ho scoperto sto dolce di origine anglosassone davvero curioso.
Sono dei paninetti dolci caldi con una simpatica croce sopra.
Quando mio marito mi ha chiesto il perchè del nome, subito mi sono lanciata sul web alla ricerca di qualche informazione...
Le varie leggende mi hanno ammaliato e non ho resistito....
Io li ho condivisi con dei carissimi amici....e che l'amicizia duri in eterno!!!!

HOT-CROSS BUNS

Vale a dire:
90 gr di burro fuso freddo
140 gr di latte
70 gr di zucchero semolato
14 gr di lievito di birra fresco
5 gr di sale
buccia di ½ arancia e ½ limone
2 uova
200 gr di farina 00
230 gr di farina manitoba
70 gr di mirtilli rossi disidratati

Per il bun crossing paste:
1 cucchiaio scarso di olio di semi
12 gr di farina 00
12 gr di cacao amaro
1 pizzico di sale
35 gr di acqua

Per la lucidatura:
1 cucchiaio d’acqua + 1 cucchiaio di zucchero semolato

Nella planetaria mettere il latte con il lievito di birra sbriciolato e lo zucchero, azionare la foglia. Aggiungere poi le uova, il burro e le scorze grattugiate.
Inserire metà del mix di farine, il sale e la restante farina.
Lasciare andare il composto finché sarà liscio. Togliere la foglia ed inserire il gancio, inserire i mirtilli ed azionare ancora la planetaria finchè i mirtilli non saranno ben inglobati.
Appoggiamo il composto sulla spianatoia, fare una piega a libro ed arrotondare. Mettere in una teglia e lasciare riposare fino al raddoppio.
Dividere il composto in panetti da 80 gr circa e metterli a lievitare direttamente nella teglia foderata con carta forno e rimettere a riposare fino al raddoppio.
Intanto preparare la glassa per la croce mescolando tutti gli ingredienti. Metterli in una sac à poche e prima di infornare fare la classica forma a croce. Infornare con forno preriscaldato a 180° per 25 minuti circa.
Intanto che cuociono scaldare l’acqua con lo zucchero per formare la lucidatura da spennellare sopra i panini appena sfornati.
Sono ottimi vuoti, buoni con una buona marmellata di ciliegie, ma anche con la mitica nutella sanno dare un loro perché!!!!

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci

Come sempre un immenso grazie alle ragazze che hanno avuto questa magnifica idea
nell'attesa di gustarci la prossima Re-cake
...e a tutti
Hot cross buns!
Hot cross buns!
One a penny,
Two a penny,
Hot cross buns!
If you have no daughters,
Give them to your sons;
One a penny,
Two a penny,
Hot cross buns!

22 aprile 2014

UN RISOTTO ESTIVO CON LE FRAGOLE

Mi era avanzata una cucchiaiata di Philadelphia e così ho preparato questo risotto



RISOTTO ZUCCHINE E FRAGOLE
MANTECATO AL PHILADELPHIA

Vale a dire:
250 gr di riso Carnaroli
 1 zucchina
fragole q.b.
1 goccio d’olio
1 goccio di vino bianco (nel mio caso Pinot)
brodo vegetale – olio
grana
1 cucchiaio abbondante di philadelphia

E' come al solito uno dei miei risotti veloci veloci...
Soffriggere la zucchina grattugiata a julienne con un goccio d’olio aggiungere il riso per tostarlo e successivamente il goccio di vino. Lasciare evaporare il vino prima di aggiungere il brodo e continuare la cottura del riso.
Togliere dal fuoco un minuto prima della fine cottura, aggiungere le fragole tagliate a cubetti ed il Philadelphia e mantecare.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbraci





18 aprile 2014

AUGURI DI SERENA PASQUA NON CON LA COLOMBA MA CON PANCAKES ALLA RICOTTA

 Dopo essere stata colpita dalla "pancakes trip",
per questa colazione oggi vi propongo dei deliziosi e delicatissimi pancakes alla ricotta.
Io li ho farciti con una macedonia di fragole (essendo stagione), ma qualcuno in casa non se li è fatti mancare anche con nutella e marmellata!!!!!
E visto di colombe, focacce e dolci pasquali il web in questo momento è super fiorito, io quest'anno con questi semplici pancakes mando a tutti una montagna fiorita di auguri di
serena Pasqua!!!!


PANCAKES ALLA RICOTTA
CON INSALATA DI FRAGOLE E SCIROPPO D’ACERO

Vale a dire:
250 gr di ricotta cremosa
50 gr di farina 00
20 gr di zucchero
1 pizzico di sale
20 gr di burro fuso, ma freddo
2 uova
scorza di 1 limone
fragole – sciroppo d’acero

Separare i tuorli dagli albumi e montare questi ultimi a neve con un pizzico di sale.
In una terrina mescolare la ricotta con lo zucchero, la scorza grattugiata del limone, il burro fuso ed i tuorli.
Inserire gli albumi montati a neve delicatamente, mescolando dal basso verso l’alto.
In una padella antiaderente versare un cucchiaio di composto cercando di dargli una forma il più tonda possibile.
Dopo alcuni minuti girare i pancakes.
Intanto curare le fragole e tagliarle a cubetti.
Nel piatto mettere un pancake, una cucchiaiata di fragole, qualche goccia di sciroppo d’acero, un altro pancake e continuare.
Servire con un ciuffo di panna montata, una spolverata di cannella ed una po’ di sciroppo d’acero.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



15 aprile 2014

SPAGHETTI DI CORSA

Sì, questa settimana sono davvero di corsa.
Il piccolo che va a scuola solo 3 giorni e devo organizzare come fiondarlo dalla nonna a Bologna, una montagna di cose da riordinare a casa....ed il tempo che passa inesorabile...
Quindi bisognerà accontentarci di un piatto veloce, ma con gusto….


SPAGHETTI AL TONNO, CON OLIVE, CAPPERI
E PANE TOSTATO PICCANTE

Vale a dire:
200 gr di spaghetti nr. 8 Barilla
1 scatola di tonno al naturale
olive taggiasche snocciolate q.b.
capperi sotto sale q.b.
pane grattugiato
peperoncino in polvere
olio EVO

Una preparazione che richiede davvero il tempo di cottura della pasta….
In un goccio d’olio EVO versare il tonno precedentemente sgocciolato, e sbriciolarlo, aggiungere le olive ed i capperi lavati più volte in abbondante acqua.
In un altro padellino mettere un goccio l’olio, il pane grattugiato ed un po’ di peperoncino in polvere e lasciare tostare.
Quando la pasta è cotta, scolarla, versarla nel sugo di tonno, olive e capperi, aggiungere il pane tostato

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



11 aprile 2014

CONTINUANO LE PROVE PASQUALI

Perché nel titolo non ho segnato ‘Pastiera Napoletana’? perché sinceramente non so se quella originale si fa così, io l’ho vista su una rivista, un’amica mi aveva regato un vaso di grano cotto e visto che 1+1 fa 2, mi sono detta "why not?"


PASTIERA

Vale a dire:
la mia solita frolla (vedi qui)

per il ripieno:
300 gr di ricotta mista
3 uova
3 cucchiai di acqua di fiori d’arancio
170 gr di zucchero
1 barattolo di grano cotto
100 gr di latte
la scorsa grattugiata di mezzo arancio e mezzo limone
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
25 gr di burro
70 gr di cedro candito a dadini
cannella
zucchero a velo

Ho preparato la mia solita frolla e mentre preparavo il ripieno l’ho messa a riposare in frigo.
Scolare il grano e sciacquarlo bene sotto l’acqua corrente e metterlo a cuocere con il latte, un cucchiaio di zucchero, le scorze grattugiate e l’estratto di vaniglia finché il latte non sarà stato assorbito. Lasciare raffreddare.
Separare i tuorli dagli albumi e montare questi ultimi a neve ben ferma.
Con una frusta mescolare la ricotta con lo zucchero, aggiungere i tuorli, il grano, l’acqua di fiori d’arancio, i canditi e la cannella.
Per finire inserire i tuorli montati neve delicatamente e mescolando dal basso verso l’alto.
Stendere la frolla ed appoggiarla in uno stampo dal bordo alto, versare il ripieno e con la frolla avanzata ricavare delle strisce da appoggiare sopra a formare una griglia.
Forno preriscaldato 175-180° per 1 ora (ma guardateci che la frolla sia cotta!!!)
Lasciare raffreddare e servire con una spolverata di zucchero a velo dopo almeno un giorno di riposo…

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...